BYOD: rischio o opportunità?

Il Bring Your Own Device (BYOD) sta diventando sempre più una regola negli ambienti di lavoro moderni. L’ idea del BYOD è quella di permettere agli utenti di utilizzare i propri dispositivi anche per scopi lavorativi aumentando la produttività e riducendo i costi.

Ma sebbene BYOD sia una strategia estremamente pratica per i dipendenti, bisogna tenerne presente l’impatto sui modelli di sicurezza aziendali.

In molti casi gli utenti aziendali utilizzano loro dispositivi senza che sia stata impostata una politica di gestione, mettendo così l’azienda a rischio  di perdite o furti di dati.

La prima cosa da fare è quindi analizzare le esigenze degli utenti e impostare un piano BYOD efficiente e sicuro che garantisca le prestazione senza intaccare la sicurezza.
Le recenti tecnologie permettono di gestire i dispositivi, anche mobile, in maniera sicura con sistemi Mobile Device Management (MDM) per eliminare i dati di natura sensibile in caso di furto o smarrimento di un dispositivo, cifratura dei dati presenti sule memorie, antivirus, passcode  ed application controller o addirittura di remotizzare le interfacce delle applicazioni mantenendo i dati sui server aziendali.

Per essere efficace, un programma BYOD deve permettere agli utenti di essere produttivi al di fuori dell’orario di lavoro, fornendo nel contempo la flessibilità per poter fare ciò che desiderano quando non lavorano (come ad es. aggiornare il proprio stato o dedicarsi a giochi interattivi).

In conclusione il BYOD è sicuramente un opportunità da sfruttare ma che se non viene gestita correttamente diventa un rischio grave per l’azienda.

 

Se sei interessato ad approfondire questi temi nella tua azienda non esitare a contattarci.