Torna CryptoLocker, il virus che prende in ostaggio foto e dati

CryptoLocker: in queste ore è in atto una nuova ondata di e-mail con mittenti vari (Istituti, Enti, gestori telefonici e fornitori di servizi) contenenti link e/o allegati che una volta aperti installano nel sistema informatico il virus in grado di criptare tutti i dati presenti.

L’infezione si estende inoltre a tutti i dispositivi collegati sia via rete che via usb, di seguito alcuni consigli per limitare i danni:

  • evitare di aprire allegati di mail sospette, eventualmente prima di aprire l’allegato contattare il mittente per accertarsi che il file sia corretto.
  • cestinare immediatamente le mail sospette
  • utilizzare un profilo utente non amministratore per l’uso quotidiano
  • tenere antivirus e firewall sempre attivi ed aggiornati
  • aggiornare frequentemente il sistema operativo
  • effettuare backup periodici ad intervalli ravvicinati e custodirli scollegati dal pc o rete

e se questo non bastasse e venite infettati:

  • scollegate immediatamente il computer dalla rete 
  • spegnete il computer e contattate l’assistenza tecnica

Meno tempo passa da quando il virus CryptoLocker si installa a quando spegnete il pc, minori saranno i danni.

In sostanza in caso di infezione la strada più sicura è rimuovere il virus e cancellare i file infetti ripristinando poi i file mancanti da un backup, alcuni utenti che hanno pagato il riscatto hanno ottenuto la decodifica dei dati, ma lavorando con dei criminali non si anno certezze dell’esito dell’operazione oltre a finanziare i criminali stessi. Per questi motivi SCONSIGLIAMO DI PAGARE IL RISCATTO.