Il NAS non è un backup

Vediamo perchè NON usare un dispositivo Nas come backup:

I dispositivi NAS Network Attached Storage sono dispositivi nati per l’archiviazione di dati, la loro caratteristica è di essere collegati alla rete aziendale e di consentire agli utenti di salvare al proprio interno i file.

I modelli disponibili offrono una gamma di caratteristiche molto interessanti, tra cui la gestione degli utenti, la possibilità di avere dischi ridondati (i dati vengono salvati su più dischi in modo da evitarne la perdita in caso di rottura di uno di essi), alcuni modelli grazie anche al loro sistema operativo offrono quasi le prestazioni di un piccolo server.

Sono sicuramente la soluzione ideale per condividere file in piccole aziende o reti domestiche dove non c’è un server e offrono una sicurezza maggiore del salvataggio dati nel singolo pc.

NON SONO ADATTI però all’utilizzo come sistema di backup in quanto per prima cosa sono collegati permanentemente alla rete quindi vulnerabili ai virus, i dati sono comunque accessibili dagli utenti che potrebbero per errore cancellare qualcosa magari perchè convinti di lavorare in locale, non hanno un “cestino”: i dati cancellati per errore non finiscono quindi nel cestino come quando li cancelliamo dal nostro disco perciò il recupero è praticamente impossibile per l’utente medio, per finire l’archivio e contenuto nel dispositivo che in caso di eventi come furto, incendio , allagamento è soggetto alle stesse sorti degli altri dispositivi aziendali!

Il backup può essere fatto con qualsiasi dispositivo ma perchè sia efficiente deve avere queste caratteristiche:

  • I file da salvare devono essere copiati nel backup in maniera automatica (senza l’intervento dell’utente) altrimenti qundo dovremo recuperare un file ci accorgeremo che ci eravamo dimenticati di salvarlo…
  • Ci devono essere più copie degli stessi dati (una al giorno, ogni 2 giorni, una alla settimana)
  • Le copie devono essere mantenute per un certo periodo (retention) in modo da poter recuperare da copie vecchie qualora le ultime fossero danneggiate o mi accorgessi della perdita dati dopo un po’ di tempo
  • Le copie devono essere su supporti multipli (non importa di che tipo cassette dvd hd ecc…) questo perchè fare più copie sullo stesso supporto renderebbe vano il tutto se il supporto si guasta
  • I supporti non in uso non devono essere accessibili dalla rete o in generale dai pc (questo per evitare che un virus ad esempio cryptolocker infetti anche le copie)
  • Periodicamente almeno un backup va portato fuori dalla sede aziendale in modo da averlo in caso di disastro grave (questo si può ottenere portandosi a casa o mettendo in banca un supporto del backup ogni tanto o con un servizio di backup remoto)

Se vuoi maggiori info sui backup o ti serve una consulenza specifica per la tua situazione non esitare a contattarci.