Finisce ufficialmente l’era del blocco geografico nell’Unione Europea.

Con l’attuazione della direttiva 2018/302 (votata a febbraio) i cittadini europei potranno acquistare senza sovrapprezzo da qualunque sito europeo; tale direttiva è entrata in vigore il 3 dicembre.

Il blocco geografico, cioè l’impossibilità di acquistare online un prodotto più conveniente da un sito estero, va ufficialmente in pensione.

Chiunque venda beni sul web dovrà trattare chi compra da altri Paesi UE esattamente come la clientela locale, garantendo gli stessi prezzi e le stesse condizioni di pagamento.

Gli acquirenti non saranno più bloccati perché non risiedono nello Stato del venditore o perché effettuano il pagamento con una carta di credito straniera.